ADDETTO PRIMO SOCCORSO

 

ADDETTO PRIMO SOCCORSO

ADDETTO PRIMO SOCCORSO

ART.3 D.M. n° 388/03,

Requisiti e formazione degli addetti al pronto soccorso 1. Gli addetti al pronto soccorso, designati ai sensi dellŽarticolo 12, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, sono formati con istruzione teorica e pratica per lŽattuazione delle misure di primo intervento interno e per lŽattivazione degli interventi di pronto soccorso.
• La formazione dei lavoratori designati è svolta da personale medico, in collaborazione, ove possibile, con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale. Nello svolgimento della parte pratica della formazione il medico può avvalersi della collaborazione di personale infermieristico o di altro personale specializzato.
• Per le aziende o unità produttive di gruppo A i contenuti e i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nellŽallegato 3, che fa parte del presente decreto e devono prevedere anche la trattazione dei rischi specifici dellŽattività svolta.
• Per le aziende o unità produttive di gruppo B e di gruppo C i contenuti ed i tempi minimi del corso di formazione sono riportati nellŽallegato 4, che fa parte del presente decreto.
• Sono validi i corsi di formazione per gli addetti al pronto soccorso ultimati entro la data di entrata in vigore del presente decreto. La formazione dei lavoratori designati andrà ripetuta con cadenza triennale almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico.

ALLEGATO 3 D.M. n° 388/03

Obiettivi didattici e contenuti minimi della formazione dei lavoratori designati al pronto soccorso per le

aziende di gruppo A

OBIETTIVI DIDATTICI

PROGRAMMA

TEMPI

Prima giornata Modulo A

 

Totale n. 6 ore

Allertare il sistema di soccorso

1) Cause e circostanze dellŽinfortunio (luogo dellŽinfortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.)
2) comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

Riconoscere unŽemergenza

1) Scena dellŽinfortunio

a) raccolta delle informazioni sanitarie;

b) previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.

2) Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:

a) funzioni vitali (polso, pressione, respiro)

b) stato di coscienza

c) ipotermia e ipertermia

3) Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dellŽapparato cardiovascolare e respiratorio

4) Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

Attuare gli interventi di primo soccorso

1) Sostenimento delle funzioni vitali:

a) posizionamento dellŽinfortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree

b) respirazione artificiale,

c) massaggio cardiaco esterno.

2) Riconoscimento e limiti dŽintervento di primo soccorso:

a) lipotimia, sincope, shock

b) edema polmonare acuto

c) crisi asmatica

d) dolore acuto stenocardico

e) reazioni allergiche

f) crisi convulsive

g) emorragie esterne post- traumatiche e tamponamento emorragico.

Conoscere i rischi specifici dellŽattività svolta

 

Seconda giornata Modulo B

 

Totale n. 4 ore

Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro

1) Cenni di anatomia dello scheletro.
2) Lussazioni, fratture e complicanze.
3) Traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale.
4) Traumi e lesioni toraco-addominali.

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

1) Lesioni da freddo e da calore.
2) Lesioni da corrente elettrica.
3) Lesioni da agenti chimici.
4) Intossicazioni.
5) Ferite lacero contuse.

Terza giornata Modulo C

 

Totale n. 6 ore

Acquisire capacità di intervento pratico

1) Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
2) Tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute.
3) Tecniche di primo soccorso nella sindrome di insufficienza respiratoria acuta.
4) Tecniche dì rianimazione cardiopolmonare.
5) Tecniche di tamponamento emorragico.
6) Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato.
7) Tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.


ALLEGATO 4 D.M. n° 388/03

Obiettivi didattici e contenuti minimi della formazione dei lavoratori designati al pronto soccorso

per le aziende di gruppo B e C

OBIETTIVI DIDATTICI

PROGRAMMA

TEMPI

Prima giornata Modulo A

 

Totale n. 4 ore

Allertare il sistema di soccorso

1) Cause e circostanze dellŽinfortunio (luogo dellŽinfortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.)

2) comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai Servizi di assistenza sanitaria di emergenza.

 

Riconoscere unŽemergenza sanitaria

1) Scena dellŽinfortunio

a) raccolta delle informazioni sanitarie;

b) previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili.

2) Accertamento delle condizioni psicofisiche del lavoratore infortunato:

a) funzioni vitali (polso, pressione, respiro)

b) stato di coscienza

c) ipotermia e ipertermia

3) Nozioni elementari di anatomia e fisiologia dellŽapparato cardiovascolare e respiratorio

4) Tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso.

 

Attuare gli interventi di primo soccorso

1) Sostenimento delle funzioni vitali:

a) posizionamento dellŽinfortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree

b) respirazione artificiale,

c) massaggio cardiaco esterno.

2) Riconoscimento e limiti dŽintervento di primo soccorso:

a) lipotimia, sincope, shock

b) edema polmonare acuto

c) crisi asmatica

d) dolore acuto stenocardico

e) reazioni allergiche

f) crisi convulsive

g) emorragie esterne post- traumatiche e tamponamento emorragico.

 

Conoscere i rischi specifici dellŽattività svolta

 

 

Seconda giornata Modulo B

 

Totale n. 4 ore

Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro

1) Cenni di anatomia dello scheletro,
2) Lussazioni, fratture e complicanze.
3) Traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale.
4) Traumi e lesioni toraco addominali.

 

Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro

1) Lesioni da freddo e da calore.
2) Lesioni da corrente elettrica,
3) Lesioni da agenti chimici.
4) Intossicazioni.
5) Ferite lacero contuse.
6) Emorragie esterne.

 

Terza giornata Modulo C

 

Totale n. 4 ore

Acquisire capacità di intervento pratico

1)Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
2) Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute.
3) Principali tecniche di primo soccorso della sindrome respiratoria acuta.
1)Principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N.
2) Principali tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute.
3) Principali tecniche di primo soccorso della sindrome respiratoria acuta.

 


Iperion Training


 

» CONTATTACI PER QUESTO CORSO «

 


 

 

ALCUNI NOSTRI CLIENTI

Cantine Mothia      Libero consorzio comunale di Trapani      Iacp trapani      Sosalt Trapani      Oasi servizi ambientali      Mothia Lines     

Iperion S.r.l.

Via G. Scuderi n. 2/A - 91100 Trapani
Via V. Bellini, 2 91025 Marsala
+39 0923 22775 | info@iperion.it
PEC: iperion@pec.it | iperionsrl@pec.cgn.it

P.I. 02517100810

LAVORA CON NOI

Powered by First Web

Cookie policy | Privacy policy