R.S.P.P. RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE modulo B e C

 

R.S.P.P. RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE modulo B e C

R.S.P.P. RESPONSABILE SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE modulo B e C

Tratto da Accordo-Stato-Regioni-07 Luglio 2016

Il Modulo B è il corso correlato alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative.
Come il Modulo A anche il Modulo B è necessario per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. L´articolazione degli argomenti formativi e delle aree tematiche del Modulo B è strutturata prevedendo un Modulo comune a tutti i settori produttivi della durata di 48 ore. Il suddetto Modulo B comune è esaustivo per tutti i settori produttivi ad eccezione di quattro per i quali il percorso deve essere integrato con la frequenza dei moduli di specializzazione indicati nella tabella sotto riportata.
Il Modulo B comune è propedeutico per l´accesso ai moduli di specializzazione.
Le durata dei corsi non comprende le verifiche di apprendimento finali.

Il Modulo B deve essere orientato alla risoluzione di problemi, all´analisi e alla valutazione dei rischi, alla pianificazione di idonei interventi di prevenzione delle attività dei rispettivi livelli di rischio, ponendo attenzione all´approfondimento in ragione dei differenti livelli di rischio ed evitando la ripetizione di argomenti.
Il Modulo B deve consentire ai responsabili e agli addetti dei servizi di prevenzione e protezione di acquisire le conoscenze/abilità per:
• individuare i pericoli e valutare i rischi presenti negli ambienti di lavoro del comparto compresi i rischi ergonomici e stress lavoro-correlato;
• individuare le misure di prevenzione e protezione presenti negli specifici comparti, compresi i DPI, in riferimento alla specifica natura del rischio e dell´attività lavorativa;
• contribuire ad individuare adeguate soluzioni tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza per ogni tipologia di rischio.
Le metodologie didattiche dovranno avere carattere operativo e fortemente orientato alla risoluzione di problemi, all´analisi e alla valutazione dei rischi, alla pianificazione di idonei interventi di prevenzione.
I contenuti dei Moduli B sono quelli riportati nelle tabelle che seguono che individuano le aree/fonti di rischio da trattare.
L´articolazione oraria dei singoli argomenti da trattare è lasciata ai soggetti formatori.
La trattazione dei rischi dovrà prevedere un breve richiamo normativo e la precisa definizione degli stessi.
L´attenzione dovrà essere rivolta alla corretta valutazione nei diversi settori, alle diverse misure tecnico organizzative e procedurali utili al contenimento e agli adempimenti previsti, compresi i dispositivi

Articolazione dei contenuti minimi del Modulo B comune a tutti i settori produttivi (48 ore)

UD1

Tecniche specifiche di valutazione dei rischi e analisi degli incidenti

UD2

Ambiente e luoghi di lavoro

UD3

Rischio incendio e gestione delle emergenze

Atex

UD4

Rischi infortunistici:

Macchine impianti e attrezzature

Rischio elettrico

Rischio meccanico

Movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e attrezzature per trasporto merci

Mezzi di trasporto: ferroviario, su strada, aereo e marittimo

UD5

Rischi infortunistici:

Cadute dall’alto

UD6

Rischi di natura ergonomica e legati all’organizzazione del lavoro:

Movimentazione manuale dei carichi

Attrezzature munite di videoterminali

UD7

Rischi di natura psico-sociale:

Stress lavoro-correlato

Fenomeni di mobbing e sindrome da burn-out

UD8

Agenti fisici

UD9

Agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto

UD10

Agenti biologici

UD11

Rischi connessi ad attività particolari:

Ambienti confinati eo sospetti di inquinamento, attività su strada, gestione rifiuti

Rischi connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti, psicotrope ed alcol

UD12

Organizzazione dei processi produttivi


Articolazione dei contenuti minimi Moduli B di specializzazione

Organizzazione del lavoro: ambienti di lavoro nel settore agricolo, nella silvicoltura o zootecnico e nel settore ittico.

Dispositivi di protezione individuali

Normativa CEI per strutture e impianti del settore agricolo, zootecnico e della pesca

Macchine, attrezzature agricole e forestali e attrezzature di lavoro e a bordo

Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e biologici utilizzati in agricoltura

Esposizione ad agenti fisici: rumore e vibrazione nel settore agricolo e ittico

Rischio incendio e gestione dell’emergenza

Rischio cadute dall’alto, a bordo e fuori bordo

Movimentazione dei carichi

Atmosfere iperbariche


Modulo B-SP2: Cave-Costruzioni (16 ore)

Organizzazione, fasi lavorative e aree di lavoro dei cantieri

Il piano operativo di sicurezza (POS)

Cenni sul PSC e PSS

Cave e miniere

Dispositivi di protezione individuali

Cadute dall’alto e opere provvisionali

Lavori di scavo

Impianti elettrici e illuminazione di cantiere

Rischio meccanico: macchine e attrezzature

Movimentazione merci: apparecchi di sollevamento e mezzi di trasporto

Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni, amianto nei cantieri

Esposizione ad agenti fisici nei cantieri: rumori e vibrazioni

Rischio incendio nelle attività estrattive e nei cantieri

Attività su sedi stradali


Modulo B-SP3: Sanità residenziale (12 ore)

Organizzazione del lavoro: ambienti di lavoro nel settore sanitario, ospedaliero e ambulatoriale e assistenziale

Dispositivi di protezione individuali

Rischio elettrico e normativa CEI per strutture e impianti nel settore sanitario

Rischi infortunistici apparecchi, impianti e attrezzature sanitarie e attività sanitaria specifica (es. ferite da taglio e da punta)

Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e biologici utilizzati nel settore sanitario

Esposizione ad agenti fisici: rumore, microclima, campi elettromagnetici, radiazioni ionizzanti, vibrazione nel settore sanitario

Rischio incendio e gestione dell’emergenza

Le atmosfere iperbariche

Gestione dei rifiuti ospedalieri

Movimentazione dei carichi


Modulo B-SP4: Chimico-Petrolchimico (16 ore)

Processo produttivo, organizzazione del lavoro e ambienti di lavoro nel settore chimico-petrolchimico

Dispositivi di protezione individuali

Normativa CEI per strutture e impianti

Impianti nel settore chimico e petrolchimico

Esposizione ad agenti chimici, cancerogeni e mutageni nel settore chimico e petrolchimico

Esposizione ad agenti fisici nel settore chimico e petrolchimico

Rischi incendi esplosioni e gestione dell’emergenza

Gestione dei rifiuti

Manutenzione impianti e gestione fornitori


Il Modulo C è il corso di specializzazione per le sole funzioni di RSPP.

La durata complessiva è di 24 ore escluse le verifiche di apprendimento finali.

Il Modulo C deve consentire ai responsabili dei servizi di prevenzione e protezione di acquisire le conoscenze/abilità relazionali e gestionali per:

  • progettare e gestire processi formativi in riferimento al contesto lavorativo e alla valutazione dei rischi, anche per la diffusione della cultura alla salute e sicurezza e del benessere organizzativo;
  • pianificare, gestire e controllare le misure tecniche, organizzative e procedurali di sicurezza aziendali attraverso sistemi di gestione della sicurezza;
  • utilizzare forme di comunicazione adeguate a favorire la partecipazione e la collaborazione dei vari soggetti del sistema.













Iperion Training


 

» CONTATTACI PER QUESTO CORSO «

 


 

 

ALCUNI NOSTRI CLIENTI

Oasi servizi ambientali      Iacp trapani      Sosalt Trapani      Libero consorzio comunale di Trapani      Mothia Lines      Cantine Mothia     

Iperion S.r.l.

Via G. Scuderi n. 2/A - 91100 Trapani
Via V. Bellini, 2 91025 Marsala
+39 0923 22775 | info@iperion.it
PEC: iperion@pec.it | iperionsrl@pec.cgn.it

P.I. 02517100810

LAVORA CON NOI

Powered by First Web

Cookie policy | Privacy policy